Pasqua e gli auguri di Saro – La Pastiera

Non ricordo esattamente quando ho preparato la mia prima pastiera, ma ricordo bene che l’amica napoletana di mia madre le fece grandi complimenti, con innegabile soddisfazione ed anche un po’ di vanto da parte della mia genitrice.

La pastiera è legata in particolare ad un amico che ora vive nel mio cuore, perché a pasqua mi chiamava sempre per gli auguri e per ricordarmi che glie ne dovevo una.

Quindi caro Saro, questa e tutte le prossime torte saranno dedicate a te.

 

Per la pasta frolla

Farina 00 315gr

strutto 180 gr

Uova intere 3

Zucchero 135gr

Limone biologico 1 (zeste)

Per la farcia

Grano cotto 350gr

Latte intero 250gr

Strutto 30gr

Arancia biologica 1 (zeste)

Ricotta vaccina 200gr

Ricotta di pecora 200gr

Zucchero 350gr

Uova 3

Cedro candito 50gr

Arancia candita 50gr

Acqua di fiori d’arancio 1 fialetta

Cannella in polvere

Baccello di vaniglia 1

 

Forno a 180°.

Prima di preparare la pasta frolla metto a cuocere il riso.

In una pentola metto il latte a bollire, con il grano, lo strutto, la bacca di vaniglia (facendo attenzione ad aprirla a metà e sciogliere nel latte la polpa interna) e la scorzetta di arancia. Cuocio per circa 20 minuti finché non diventa cremoso, girando spesso.

FullSizeRender (4)

 

Nel frattempo preparo la frolla, metto la farina a fontana in una ciotola, grattugio la buccia del limone, e lo zucchero, inserisco lo strutto ed inizio ad impastare, Quando il composto sarà pastoso aggiungo le uova e continuo ad impastare finché non risulta morbido. Faccio una palla, non sarà elastica, la metto a riposare in frigo avvolta nella pellicola per un’oretta.

Separo le uova dalle chiare e monto gli albumi a neve.

FullSizeRender (5)

Mescolo poi le due ricotte con lo zucchero, aggiungo con il grano, i fiori d’arancio, la cannella e per ultimi gli albumi incorporandoli un po’ alla volta mescolando dal basso verso l’alto. Aggiungo l’arancia e il cedro canditi mescolando bene per inserirli nel composto in modo uniforme.

Ungo uno stampo con lo strutto e lo infarino, stendo la pasta lasciandone un po’ per le losanghe.

Bucherello il fondo con la forchetta e verso il composto. Infine ritaglio delle losanghe e le intreccio sul composto creando una griglia.

FullSizeRender (1)

Metto in forno statico per 80 minuti. Una volta sfornata posso spolverare con zucchero a velo.

FullSizeRender

No Replies to "Pasqua e gli auguri di Saro - La Pastiera"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.