La primavera e Pasqua non vanno d’accordo – Pastiera Napoletana con frolla di biscotto

La primavera stenta sempre ad arrivare, è vero il detto “marzo pazzerello esce il sole e prendi l’ombrello” che dice sempre mia madre, ed è vero anche che a pasqua l’inverno si fa ancora sentire.

Saranno luoghi comuni ma per me che sono nata in questo mese cosi volubile i ricordi di come le stagioni disattendano le aspettative sono sempre presenti.

E quest’anno che l’equinozio è anticipato di un giorno e’ evidente che i due non si piacciano poi tanto , facendo a gara a chi riuscirà a togliere la scena all’altra.

Si parlerà piu’ della pasqua fredda, o della primavera che scoppierà da un momento all’altro chissà quando?

Per uscire da questo loop concentriamoci invece su questa pastiera del “riciclo” , elaborata con gli stessi ingredienti dei biscotti che ho preparato qualche giorno fa.

Una ricetta leggermente più veloce della pastiera tradizionale, con una frolla e una farcia che non hanno perso il sapore e gli aromi di questa torta. Il profumo di arancia che si sprigiona dal ripieno richiama primavera e boccioli, sono sicura che le due alla fine faranno amicizia e gireranno a braccetto per i mesi a venire.

Ecco per voi  la mia ricetta :

Quantità 20

Tempo 1 ora

Tools forno

Per la frolla di biscotto 

Farina di farro 450 gr

Amido di mais 100gr

Lievito in polvere 2 cucchiaini

Zucchero 200gr

Burro  fuso 180 gr

Yogurt greco 60gr

Essenza di vaniglia 1/2 cucchiaino

Uova 1

Sale un pizzico

Zucchero a velo q.b.

Per la farcia

Grano precotto 250g

Latte intero 250ml

Zucchero 2 cucchiai

Bacca di vaniglia 1

Ricotta 250gr

Uova 2

Canella 1 spolverata

Canditi misti 50gr

Forno a 180°.

pastiera napoletana

Setacciate la farina con il lievito aggiungete l’amido.

Sciogliete il burro (io lo faccio nel microonde) molto morbido quasi liquido aggiungete gli ingredienti in sequenza e impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Io ho utilizzato la planetaria, se vedete che il composto rimane sbriciolato aggiungete un pò di liquido (latte, albumi)

Avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigo un’ora.

Nel frattempo mettete a bollire il latte con lo zucchero e la bacca di vaniglia che avrete tagliato a metà per estrarre i semini (la parte piu’ buona e profumata). Togliete la bacca (la potete sciacquare e conservare per un secondo utilizzo) , aggiungete il grano e fate cuocere almeno 30 minuti, o finché non si sarà rappreso. Lasciate raffreddare , incorporate la ricotta le uova , i canditi e mescolate fino ad ottenere una crema morbida.

Stendete la pasta non troppo sottile con il matterello, rivestite la teglia (20-22 cm) unta e lasciate un pò di pasta per fare le striscioline.

Farcite la frolla decorate con le strisce e mettete in forno già caldo per 30-45 minuti.

Lasciate raffreddare leggermente e spolverate di zucchero a velo, il giorno dopo è ancora piu buona.

 

 

Se la ricetta vi è piaciuta LASCIATE UN COMMENTO, sarò felice di rispondervi,  ricordate sempre di taggare #lechefclochard e di condividere i vostri piatti..la mia piu’ grande gioia è sapere che li avete provati ed apprezzato

No Replies to "La primavera e Pasqua non vanno d’accordo - Pastiera Napoletana con frolla di biscotto"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.